Riding passion

La moto gira.. guarda.. e racconta

domenica 7 gennaio 2018

Inizia il 2018: primo giro verso la Liguria

Domenica mattina, con calma, attraverso la Val Tidone e le campagne pavesi, avvolte da qualcosa di meno della nebbia e qualcosa di più della bruma.
Nei campi spogli, tra i canali di irrigazione, spuntano qua e là alcuni aironi, che con la loro livrea bianca risaltano sulla terra scura.
I percorsi in questo periodo dell'anno sono abbastanza obbligati: no Alpi, dove nevica copiosamente e le strade potrebbero riservare sorprese per via del ghiaccio. Meno pianura possibile. Unica opzione raggiungibile in giornata: le colline della Val Tidone e della Val Trebbia, provando a spingersi verso il mare.
Detto fatto. Primo giro dell'anno fino a Castel S. Giovanni, poi Travo.
Volevo spingermi fino a Pietra Perduca, sulla Val Trebbia, ma un grosso cane randagio, piantato bellicosamente in mezzo alla strada, mi sconsiglia di salire lassù: sarà per un'altra volta.
Quindi scendo verso la Val Trebbia. Le colline circostanti sono avvolte dalle nuvole.


Proseguendo oltre Corte Brugnatella, verso Ottone, si gode di una bella vista sulle gole scavate dal fiume.

Un'edicola votiva rende tutto ancor più suggestivo.


La strada, fino a Ottone e oltre, è sempre migliore. Mi godo le curve continue senza patemi, anche perchè il traffico è praticamente inesistente: fantastico!
Supero Torriglia e Laccio, e scendo verso Genova.


Poi risalgo verso Busalla e parte della SS35 dei Giovi. Poco prima di Serravalle, faccio il pieno e mi metto in A7 per rientrare prima che faccia buio.


Giro improvvisato, nato un po' così, ma che mi ha fatto divertire parecchio. Non mi dilungo ulteriormente sulla SS45 della Val Trebbia, sulle cui caratteristiche si trova in rete di tutto di più: certo che divertircisi anche in inverno è un bel regalo!

NOTA: le Continental TKC70 sono arrivate a 11.600 km percorsi: le avevo montate infatti quando la Stelvio aveva 67.600 km.
Da almeno 3.000 km l'anteriore è sempre più scalinato, come si vede nella foto: ma questo non ha comportato alcun problema di tenuta.


Come succedeva anche con le Metzeler Tourance Next, l'anteriore si consuma molto prima del posteriore: credo sia arrivato il momento di cambiare, perchè lo spesso del tassello è quasi scomparso, in alcuni punti Lo pneumatico posteriore si è abbastanza spiattellato, come si vede in foto, ma ne ha ancora un 35%.



Nessun commento:

Posta un commento