Riding passion

La moto gira.. guarda.. e racconta

lunedì 28 dicembre 2015

Finisterre Project 2016

Il progetto di un viaggio all'estero, verso Ovest, cova sotto la cenere da qualche tempo. Con qualche compagno di scorribande ci stiamo mettendo al lavoro più seriamente per farlo diventare realtà.
Fine novembre 2015: qualche scambio di idee, bozze di percorsi messe giù su google maps e la cosa comincia a prendere forma. Si ragiona assieme, si avanzano proposte, punti di vista: ognuno contribuisce con le proprie suggestioni a suggestionare a sua volta gli altri. Poi si guardano le date più favorevoli, sia per evitare che le condizioni meteo avverse in modo persistente possano rendere meno gradevole il giro, sia per far si che i giorni di ferie richiesti siano il meno possibile, compatibilmente, ovviamente, con i tempi richiesti dal percorso individuato.
Si valuta una media di km giornalieri, si conciliano con le località che sarebbe interessante toccare o con le aree che sarebbe bello attraversare e percorrere in moto, si pensa ad aventuali alternative.
Non si tratta di essere fanatici della programmazione: diciamo che normalmente queste attività, condotte in inverno, aiutano anche a passare un po' il tempo. Si sa che poi una volta individuata una direttrice di massima, il percorso delle singole tappe potrà variare sulla base delle considerazioni del momento.
Le date "papabili" sono due settimane a cavallo tra Aprile e Maggio, oppure due settimane tra la fine di Maggio e l'inizio di Giugno 2016.
Al momento sembra che si sia arrivati a concordare un giro di questo tipo: un'andata che giunge ai Pirenei e poi, in base al meteo, "sale" sulla catena montuosa o ne resta a valle, rimanendo a nord. Si continua poi verso Ovest scegliendo anche qui la costa oppure la zona interna, più sulle tracce del Camino de Santiago. Destinazione la punta più a Ovest d'Europa, sull'Oceano Atlantico: Capo Finisterre.



Il ritorno potrebbe avvenire secondo 2 opzioni: lungo il nord della Spagna, seguendo un tracciato diverso da quello fatto all'andata.. oppure scendendo verso il Portogallo settentrionale e attraversando la Spagna a metà passando per Valladolid e Saragozza. Meta finale, quale che sia l'opzione scelta, è Barcellona, dove abbiamo convenuto di imbarcarci per tornare in Italia. In totale poco meno di 5000 km.



Adesso inizia l'operazione di reperimento di mappe adeguate, scala 1: 250.000 o, al massimo, 1:500.000. Se possibile, ci piace evitare navigatori e dispositivi elettronici: è bello perdersi!

Nessun commento:

Posta un commento