Riding passion

La moto gira.. guarda.. e racconta

sabato 29 marzo 2014

29 Marzo 2014 Verso sud, Passo del Cerro tra Bettola e Perino

Bella giornata e giro abbastanza ordinario.. era un po' che npn scendevo verso i colli piacentini.
SS412 del Val Tidone verso Opera e poi, alla rotonda appena prima di Torrevecchia Pia, a sinistra lungo la SP9 verso Marzano e Copiano.. poi Filighera e Belgioioso.
Di li SS234 "Codognese" fino a S. Cristina e Bissone. Al posto del vecchio svincolo hanno fatto una rotonda: prendo a sin. e mi immetto di nuovo sulla SS412 della Val Tidone.
Il fondo stradale rimane sempre abbastanza rovinato.
Passo il Po poco prima di Castel S. Giovanni: occhio sempre al velox piazzato quasi alla fine del ponte. Alla Rotonda prendo a sinistra in direzione di Borgonovo Val Tidone. Seguo a sinistra, curvone e poi stop: prendo a sinistra per la SP11.. dopo 3-400 metri altro velox. La strada è tutta dritta e in buono stato. Poi volto a destra verso Gragnano Trebbiense: non prendo per Agazzano, ma lascio la SP7 per seguire la SP40, direzione Rivergaro (..sostanzialmente son diretto in Val Trebbia..). La strada è piacevole, con bei saliscendi, ma con vari tratti sconnessi.. 
Dopo aver superato Tuna, prima della svolta per Rivergaro trovo il monumento fatto erigere a memoria della battaglia del Trebbia che ebbe luogo nel 218 a.c. durante la 2° guerra punica tra i Cartaginesi, discesi dalle Alpi con gli elefanti, guidati da Annibale, e i Romani, guidati da Scipione.




Decido di proseguire per Travo, anzichè scendere verso il Trebbia.
A Travo uno stop e volto a sinistra: passo il ponte sul Trebbia, leggera salita e mi immetto sulla SS45 della Val Trebbia.
L'asfalto è ottimo e anche le sconnessioni sembrano meno del solito.. forse hanno dato una sistematina..
Come detto, prendo la Val Trebbia in direzione Rivergaro, e trovo la SP55 per andare verso Ponte dell'Olio: la strada è piacevole e curvosa e con traffico nullo. Sbocco proprio nei pressi del ponte e ni immetto sulla SS654 della val Nure. Costeggio il fiume fino a Bettola.. Prima del ponte che riattraversa il Nure, volto a sinistra lungo la SP15 in direzione di Morfasso. Tuttavia non è un granchè come fondo stradale.. piccola sosta per decidere il da farsi nei pressi di Groppo Ducale.


Ridiscendo verso Bettola e dopo aver fatto benzina attraverso il Ponte e arrivo nella piazza di Bettola. Un boccone veloce nella prima pizzeria che trovo e riparto verso la Val Trebbia. Ma intendo arrivarci salendo al Passo del Cerro e ridiscendo a Perino, al ternine della SP39. La strada sale piacevolmente, con bei tornanti e zero traffico. Di tanto in tanto vedo che delle moto da cross lasciano il tracciato per addentrarsi nei boschi circostanti.. non c'è un'anima e si sente solo il vento.

Passo del Cerro, lungo la SP39, a 750 m. sul livello del mare..



Dopo il Passo, nel ridiscendere, un'indicazione di color marrone, che dovrebbe richiamare luoghi di interesse naturalistico, mi incuriosisce: Cascate del Perino, 8 km. 


Anzichè continuare per Perino, svolto dunque a sinistra e salgo per una stradella abbastanza sconnessa, in mezzo alla campagna, con qualche cascina di montagna senza un'anima viva. Attraverso il piccolo borgo di Vorogna, guardandomi intorno soprattutto temendo che possano spuntare cani da guardia senza catena. Avanzando lungo la strada, arrivo ad una chiesa in località Calenzano. Una targa ricorda che la zona era presidio di una brigata partigiana. Tuttavia la straa finisce e delle cascate del Perino nessuna traccia. Peccato. C'era voluto un bel po' per fare la stradetta e ora dovevo tornare indietro a mani vuote.
Ritorno sulla strada che scende verso Perino e poi di nuovo il percorso per Travo e la Val Tidone. Rientro tranquillo, senza gran traffico.
Ecco la strada di oggi..

Giro in Val Trebbia e Val Nure Mappa

Nessun commento:

Posta un commento