Riding passion

La moto gira.. guarda.. e racconta

domenica 9 febbraio 2014

9 Febbraio 2014 Giro al Triangolo Lariano, penisola di Bellagio sul lago di Como

La domenica era attesa da metà settimana, quando cominciava ad apparire chiaro che il meteo sarebbe stato clemente, dopo tutta la pioggia caduta incessantemente in settimana. Per fortuna, le attese non sono andate tradite!
Rendez vous con Peo, Doccerri e due suoi amici, Maurizio e Martina, a Castano Sud, sulla 336 dir per Malpensa. Breve consultazione telefonica con Vecchialenza e si punta verso il Lago di Como.
Ad Erba, dopo qualche minuto, ci raggiunge Vecchialenza con la sua vitella bavarese.
Decidiamo di andare su, verso Magregno, dove si trova il Santuario del Ghisallo. Scelta perfetta!!!
A Civenna ci riempiamo gli occhi di questo spettacolo!


Vecchialenza scatta la foto di gruppo: notare la nuvola sospesa a mezz'aria.. e lo scenario dei monti innevati! In basso, il ramo lecchese del Lago di Como..


La Randagia si gode il sole davanti alla piccola chiesa di S. Rocco, a Civenna..


Poi saliamo verso la Chiesa del Ghisallo e di qui, visto che si avvicina l'ora di pranzo e c'è un certo languorino, saliamo verso Piano Rancio.
La strada si inerpica con tornanti nel bosco, ma è pulita e sicura. Resta solo la parte bella: guidare con la neve, tanta neve, ai bordi della strada!




Arriviamo in cima..


Tempo per una sigaretta... notare la temperatura più che gradevole.. quasi 9 gradi!


Poi con una vista del genere...


...una foto ricordo e d'obbligo!


Poi il digiuno ci scaraventa nella trattoria!
Cliccate sulla foto: ingrandite e date una scorsa al menù..


Io mi trattengo.. polenta con salsicce...


..e zabaione caldo con aggiunta di un buon marsala!


C'è chi è stato moooolto meno morigerato... e merita applausi!!!
Dopo pranzo siamo con talmente tante calorie che potremmo girare in maglietta!!
Riprendiamo la discesa verso il Ghisallo, dove si unisce a noi un bel KTM 1290...
Maurizio suggerisce di dirigerci verso Sormano e Pian del Tivano, nei pressi di Zelbio.
La strada è stretta e un po' sporchetta, e presenta alcuni tratti con una leggera "nevina". Bisogna prestare massima attenzione, perchè pur essendo la zona illuminata da un bel sole, alcuni tratti in ombra possono essere infidi.
Doccerri e Peo si "siedono", per fortuna a 2 all'ora e senza conseguenze, tranne un paio di pedanine piegate: fa nulla: si sistema tutto, specie se c'è Vecchialenza che, buon "pater familias", munito di brugola mette a posto le cose!
Breve sosta riparatrice a Zelbio..

 
Prima che cali il sole, tornante dopo tornante scendiamo a valle..


A questo punto, riprendiamo la strada che costeggia la parte occidentale della penisola di Bellagio, la SS583.
Breve sosta per salutarci a Como..


Poi, con un po' di circospezione, visto che la sera cala in fretta, da Como si prende l'autostrada verso Milano.
Bella giornata di sole e di moto in scenari davvero meravigliosi e a due passi da casa! 250 km ben fatti davvero!! Ecco qua sotto.



Visualizzazione ingrandita della mappa

Nessun commento:

Posta un commento