Riding passion

La moto gira.. guarda.. e racconta

domenica 12 gennaio 2014

Work in progress sulla Randagia

Questa volta non racconto di strade, panorami e paesaggi. 
Stavolta, dopo tanto girare, non c'è nulla di più statico della Bonneville issata sul centrale. 
Dopo aver trascurato la Randagia per un pezzo, in questi giorni di fine anno mi sono accampato in garage: ho deciso di rifare il trucco alla Bonneville e per farlo si è reso necessario metterci sopra le mani. Tra qualche impaccio e la ricerca dell'attrezzo giusto di volta in volta, si può dire che mi son fatto davvero una "naked"! L'unico rammarico è che il tutto è durato lo spazio di un paio di birre e non di più!

Via il parafango.. coll'anteriore è andata via liscia..


A quel punto ho scollegato la batteria, l'ho rimossa e l'ho messa in carica.. poi mi sono messo ad armeggiare sul posteriore... 
Devo dire che il parafango posteriore mi ha fatto tribolare non poco.. l'accrocchio formato dal minilucas, dal portatarga e dalla staffa De Pretto per le mini-bullet era tenuto insieme e fissato al parafango posteriore da viti alquanto "ostiche", per usare un eufemismo.. la targa è stato l'unico passo semplice..


...il portatarga fissato al parafango e alla piccola staffa sotto la lampada del minilucas mi ha fatto sudare sette camicie, per via delle viti inserite storte al momento in cui era stato montato... per la miseria, che lavoraccio..


..ecco il parafango posteriore bello pulito! Anche arrivare ai cablaggi che, fissati all'interno del parafango, entravano nel fanalino, non è stato semplice. Alla fine comunque sono riuscito a scollegare il tutto.. da sotto la guarnizione del supporto del fanalino posteriore sono usciti 2 kg di sabbia!!


A quel punto, era possibile svitare i 4 fermi che tengono ancorato il parafango posteriore al telaio.. un po' ostico allentare le viti torx nei pressi delle connessioni della centralina.. ma alla fine sono riuscito a smontare il parafango..


Preziosissimo il coltellino svizzero, soprattutto per tagliare guaine e nastri telati per poi procedere a scollegare i connettori elettrici di fanalino e frecce posteriori..
Ultimo passaggio: il serbatoio. Disconnesso il cavetto della pompa benzina sul lato destro, con cautela perchè non scivolasse l'ho sollevato, sconnettendo la pompa benzina e il tubetto del troppo pieno..



..a quel punto, è venuto via davvero facilmente.
L'ho delicatamente posato su un cuscino.. beh, si può dire che è una foto storica: è l'ultima in cui avrà queste sembianze!


Ora viene il difficile.. dopo aver portato i pezzi in carrozzeria per la verniciatura...DEVO LAVARE LA MOTO!!! E' sporchissima: ha ancora sopra l'acqua del Rebel di Settembre a Marina di Pisa!

Intanto in carrozzeria si lavora...


...e il serbatoio aspetta pazientemente il suo turno.. e sceglie quale "abito" mettersi!


Finalmente a fine gennaio i pezzi ritornano nel mio garage! I fregi, nero opaco...


...il minilucas, anch'esso riverniciato.


..è un po'complicato rimetterlo a posto, ma alla fine riesco a sistemare tutta la cavetteria: nastro telato e fascette, tutto alloggiato nei corrifili posti sulla faccia interna del parafango posteriore..


Visione d'insieme...



Fanalino minilucas: ecco i collegamenti corretti: rosso moto/nero fanalino; blu moto/rosso fanalino; nero moto/grigio fanalino (la massa)..


Poi tutto va riapplicato al telaio, con 4 viti: 2 posteriormente, e 2 nella zona a metà della sella.. dove sono tutti i relè..


A questo punto va riposizionato il serbatoio..


Direi che è venuto di un bell'argento.. dal vivo rende molto di più con dei riflessi azzurrini: in foto appare un po' "piatto" come colore. A me piace! Va fissato al telaio con queste...


Perdo invece un sacco di tempo per capire come mai la luce di posizione si accende, ma non lo stop.. controllo i fusibili e mi sembrano tutti a posto.. ma.. ma come cavolo va che non funziona lo stop? 
Pronto soccorso! Sento Fanky, gentilissimo, che mi manda lo schema di collegamento del minilucas, per un check.. alla fine scopro che un fusibile da 5 ampere, il n° 10, era saltato: maledetto!! Era lui che non faceva accendere lo stop alla pressione del pedale del freno..

..ma resta un altro problema: non si accende lo stop toccando la leva del freno anteriore, la destra!
Sempre il preziosissimo Fanky mi consiglia di controllare che non si siano ossidati i contatti e i faston posti proprio sotto la leva stessa! E infatti... finalmente sistemo anche questi contatti!
Ora si che la Randagia è di nuovo operativa!!! C'è voluto un mese, tra smontaggio, lavori e rimontaggio, per rimetterla in ordine di marcia! Ma ora finalmente posso rimontare in sella!
E' il 31 gennaio e, a parte i fianchetti, l'ultima parte, è fatta!!!

2 commenti: