Riding passion

La moto gira.. guarda.. e racconta

sabato 13 luglio 2013

13 Luglio - Maloja, Bernina, Forcola di Livigno, Passo di Eira, Forcola, Mortirolo

Visto che stamattina il meteo sembrava molto più favorevole di quanto ci si aspettasse, mi sono avviato verso nord e le Alpi.. avevo bisogno di fresco.. direzione Lecco.. poi vediamo..
Essendomi mosso intorno alle 9.30, ho preferito un po' accorciare i tempi prendendo la SS36 Valassina fino a Lecco, ma optando poi per i tunnel che passano alle spalle del vecchio tracciato lungolago.. sosta a Samolaco per comprare un panino e poi a Chiavenna opto per andare a destra, verso il Passo Maloja. Spettacolare la strada, con tornanti continui e ravvicinati, circondati da panorami meravigliosi. Evito di soffermarmi a scattare foto, essendoci già stato in passato. 
Scavallati i 1.815 mt del Passo del Maloja, inizia la lunga pianura, che si percorre costeggiando il Lago di Segl prima e il Lago di Silvaplana poi: è pieno di bagnanti. Mi lascio sulla destra la strada 3 che sale verso il Julierpass..
Lo spettacolo della valle inondata di sole è bellissimo!
Arrivo a Sankt Moritz lungo la strada 27.. dev'esserci un raduno di auto d'epoca inglesi... eccone una delle tante!


Proseguo lungo la strada 27 fino al bivio che indica il Bernina. La strada 29 sale e mostra spettacoli naturali immensi.


Arrivo prima all'ospizio del Bernina...


..e ho anche occasione di cogliere al volo il famoso trenino rosso dei ghiacciai che passa laggiù, accanto al Lago Bianco..



Poco più su c'è il Passo Bernina.


Che spettacoloooo!!!!


 Dopo la discesa che si vede qui sopra, prendo a destra, e scavalco il Passo della Forcola di Livigno.. si torna in Italia.. 


..ma la benzina costa moooolto meno: 1,16€ al litro quando nel resto del paese siamo ormai almeno a 1,74€.. evvai!

Attraverso il lunghissimo abitato di Livigno, fino a un certo punto dove volto a destra e la strada, la SS301, riprende a salire.. si va verso il Passo dell'Eira.

 
BMW Motorrad a Livigno...


 Breve sosta... con panino con lo speck... e bevo dal ruscelletto...


riprendo la SS301 verso il passo di Foscagno.


Poi è il momento di scendere verso Bormio... un cartello tentatore mi dice che il Passo dello Stelvio è lì, a soli 24 km... ma.. no! Non riuscirei mai a tornare a casa con la luce.. beh: me lo tengo per un'altra volta, come il passo Gavia, indicato poco più avanti..

Scendo lungo la SS38 verso Grosio...


..e da qui, per passare verso Edolo e la Val Camonica, mi inerpico per il Passo del Mortirolo.
Ragazzi: in moto è già una salitona, ma non oso pensare a quelli in bici!!! Pazzesco.. Alcuni tornanti non facevano in tempo a chiudersi che iniziava il successivo!!! Spaccagambe!!!!



Dopo il Mortirolo e la sua discesa piena di tornanti, ad Incudine sbocco sulla SS42 e prendo per Edolo... niente Aprica e, più a valle, niente passo del Vivione: nuvole basse e leggera pioggerellina sconsigliano di salire.. anche perchè salire di là comporterebbe un allungamento sensibile del percorso.. per oggi 460 km circa vanno bene ;)

Nessun commento:

Posta un commento